Veterinario a domicilio per cuccioli: la prima visita

Veterinario a domicilio per cuccioli: la prima visita

EpiCura

Indice

1. Veterinario a domicilio: la soluzione per la prima visita2. Prima vaccinazione e microchip obbligatorio per i cuccioli3. Cuccioli, vaccini e sverminazione: come funziona?4. Quando iniziare con l'antiparassitario al cane?5. Rimedi naturali contro i parassiti del cane6. I prezzi del veterinario a domicilio

Quando un cagnolino entra a far parte di una nuova famiglia, chiamare un veterinario a domicilio per la prima visita del cucciolo è un accorgimento utile per assicurargli una buona salute sin dall'inizio.

Vediamo, dunque, cosa aspettarsi dalla prima visita, quali sono i vaccini obbligatori per i cuccioli di cane, l'utilità della sverminazione e dell'antiparassitario, e le informazioni utili sul microchip.

Scopriamo infine quali sono i benefici di un veterinario a domicilio può essere la soluzione migliore (e meno stressante) per far affrontare al cucciolo questa prima esperienza in modo più sereno.

Veterinario a domicilio: la soluzione per la prima visita

Una delle cose più importanti che riguardano la prima visita dal veterinario è che il cucciolo (e, in modo implicito, anche il padrone) non viva l'esperienza in modo stressante.

Il cane, infatti, potrebbe avvertire molta tensione e vivere l'evento in maniera frustrante, con possibili ripercussioni negative sulla sua collaborazione durante i futuri controlli.

Dopo la prima visita, infatti, il cane dovrà essere visitato dal veterinario almeno una volta all'anno, pertanto vale la pena assicurarsi che il cucciolo riesca ad instaurare un buon rapporto col professionista, abituandosi ad essere esaminato: ciò eviterà stress e problemi.

Per evitare di dover trasportare l'animale presso lo studio del veterinario, potrebbe essere una buona idea fissare la visita veterinaria a domicilio.

A questo proposito, EpiCura garantisce l'intervento di veterinari a domicilio a Milano, Roma, Torino, Napoli, Bologna, Catania, Firenze, Genova, Verona e Brescia al fine di evitare spostamenti e lunghe attese, che potrebbero innervosire ulteriormente il nostro amico a quattro zampe.

Ma in cosa consiste la prima visita, che sia in ambulatorio o a domicilio?

Fra le prime attività previste durante la prima visita medica, il veterinario effettua un controllo a occhi, orecchie, bocca e denti del cane, onde individuare eventuali anomalie.

In secondo luogo, procede con l’applicazione del microchip (obbligatorio nel caso del cane) e comunica al padrone il calendario delle vaccinazioni obbligatorie.

Il consiglio è di avere sempre con sé dei biscotti, in modo da rendere l'esperienza del cucciolo il più piacevole possibile.

È bene premiare il cane soltanto quando non si agita e resta buono, in modo da fargli capire che non c'è alcun bisogno di innervosirsi.

Prima vaccinazione e microchip obbligatorio per i cuccioli

Quando si adotta un cane, fra le prime accortezze da mettere in pratica per l'animale è sapere quali sono i vaccini per cani e quando farli.

Solitamente, il programma delle vaccinazioni inizia quando l'animale ha circa 6-8 settimane di vita.

Il richiamo, invece, va effettuato tra le 12 e le 16 settimane.

È importante attenersi al programma fissato dal veterinario poiché solo rispettando tutte le consegne sarà possibile proteggere il cucciolo dalle malattie infettive più diffuse (epatite, cimurro, parvovirosi canina, leptospirosi, etc).

Chi è solito viaggiare all'estero e portare con sé il proprio amico a quattro zampe, deve mettere in valigia anche il libretto delle vaccinazioni, nonché assicurarsi che quelle effettuate (e obbligatorie in Italia) siano compatibili con i regolamenti del Paese ospitante.

Per quanto riguarda il microchip del cane, invece, il veterinario potrebbe raccomandare di microchippare il cucciolo nonostante l'eventualità che sia già stato microchippato dall'allevatore.

Il procedimento è semplice e completamente indolore: un chip di piccole dimensioni viene inserito nel collo del cucciolo, affinché ciascun veterinario possa identificarlo qualora il cane dovesse perdersi o ferirsi.

Cuccioli, vaccini e sverminazione: come funziona?

Solitamente è consigliabile effettuare la sverminazione del cane già da cucciolo.

In particolare, la sverminazione avviene:

  • ogni due settimane, fino all'età di otto settimane;
  • una volta al mese, quando il cucciolo ha dalle otto ai sei mesi di vita;
  • quattro volte all'anno, dai sei mesi in su.

La prassi medica suggerisce di sverminare il cucciolo alcuni giorni prima di ogni vaccinazione, anche se generalmente è lo stesso veterinario a somministrare il trattamento a scopo preventivo. In pratica, viene somministrato un preparato affinché agisca contro i parassiti dell'intestino.

Quando iniziare con l'antiparassitario al cane?

Applicare l'antiparassitario al proprio amico a quattro zampe con regolarità è fondamentale, in quanto lo aiuta a difendersi dagli attacchi dei parassiti pericolosi, quali pulci, zecche e vermi intestinali.

Somministrare l'antiparassitario ai cuccioli di cane è molto importante, poiché il contagio può avvenire ovunque, anche tra le mura di casa, e non soltanto in seguito al contatto con altri animali infetti.

Ogni infezione può causare pericolose complicazioni, tra cui la morte dell'animale.

La somministrazione dell'antiparassitario deve cominciare in tenera età e va effettuata con frequenza, attenendosi alle indicazioni del veterinario e del calendario da lui stilato.

Quali sono gli antiparassitari per cane più comuni? Tra questi figurano:

  • antiparassitari classici spot-on (con applicatore a forma di pipetta contenente un liquido da applicare sulla cute del cane, tra scapole, nuca e schiena);
  • gocce da applicare tra le scapole dell'animale;
  • compresse;
  • tavolette;
  • iniezione sottocutanea (è il caso del vaccino contro la filariosi, che va fatto una volta l'anno, entro il mese di maggio).

Somministrazione antiparassitario cuccioli

Il trattamento iniziale va eseguito durante la quarta settimana di vita, ovvero tra il 21esimo e il 30esimo giorno, quindi va ripetuto ogni 15-30 giorni, fino al compimento del sesto mese d'età.

Rimedi naturali contro i parassiti del cane

Pulci e zecche sono un problema legato soprattutto alla stagione calda, ragion per cui, nella maggior parte dei casi, non è necessario applicare l'antiparassitario al cane durante tutto l'anno.

Può essere utile, invece, contattare un veterinario a domicilio e sottoporre l'animale a un controllo più approfondito durante il periodo primaverile, in modo da accertarsi che non ci sia alcuna infestazione in corso.

Qualora ce ne fosse una, sarà opportuno procedere tramite la somministrazione dei classici prodotti farmaceutici.

Se, invece, l'animale non dovesse presentare alcun segno d'infezione, potrebbe essere una buona idea optare per un antiparassitario naturale, magari a base di oli essenziali, ideali per prevenire situazioni spiacevoli.

Tra questi figura l'olio di Neem, eccellente rimedio contro le pulci.

Anche la citronella, l'olio di lavanda, l'aceto di mele e la menta sono considerati ottimi alleati contro le infestazioni da pulci e zecche.

Aggiungere uno spicchio d'aglio al cibo del cane è un'altra maniera utile per tenere lontani i parassiti, così come lo è addizionare una soluzione a base di aceto di mele e limone allo shampoo per cani.

Tali sostanze non hanno alcun effetto collaterale sull'animale e sono persino in grado di rendere più liscio e lucido il suo pelo.

In conclusione, pur scegliendo metodi naturali e poco invasivi, sarà sempre buona norma per il benessere della salute del cucciolo far visitare l'animale a uno specialista che possa garantire l'efficacia dei trattamenti utilizzati.

I prezzi del veterinario a domicilio

Contattare un veterinario a domicilio a Roma, Napoli o Milano è molto più semplice di quel che si possa pensare, soprattutto grazie alla serietà e all'affidabilità dei professionisti che operano per conto di EpiCura.

Fra i maggiori vantaggi del servizio, infatti, c'è la garanzia che il professionista riesca a raggiungere qualsiasi indirizzo in meno di 24 ore.

Ma qual è il costo del veterinario a domicilio?

Il prezzo può subire delle variazioni ed essere dunque leggermente superiore a quello dei professionisti che visitano in ambulatorio, in quanto gli spostamenti vanno a sommarsi al controllo.

Tuttavia, le prestazioni offerte da un professionista nel domicilio dell'assistito non presentano alcuna maggiorazione in caso di emergenze.

I veterinari a domicilio di EpiCura sono specializzati nella somministrazione di antiparassitari e vaccinazioni, sverminazione e applicazione del microchip obbligatorio. Il costo varia a seconda della città in cui si richiede la prestazione, e dipende dalle cure necessarie alla visita. A questo proposito, esistono diversi pacchetti fra cui scegliere.

Vale la pena sottolineare ancora una volta i vantaggi offerti da un veterinario a domicilio, evidenti sia dal punto di vista logistico che da quello clinico.

Prenotando una visita a casa, infatti, è possibile risparmiare, sia a se stessi che all'animale, lo stress dello spostamento e di eventuali lunghe permanenze in sala d'attesa, spesso in grado di modificare alcuni parametri vitali di grande importanza, quali glicemia e pressione.

Senza dimenticare che i pazienti con patologie neurologiche e/o ortopediche richiedono grande attenzione durante il trasporto, il quale potrebbe risultare traumatico.

Infine, non bisogna trascurare l'importanza di un veterinario a domicilio quando si hanno più animali, oppure nel caso di proprietari anziani o con problemi di deambulazione.

In alternativa, se impossibilitati a ricevere a casa il professionista, sarà comunque possibile richiedere un suo intervento attraverso un videoconsulto di veterinaria, attivo 7 giorni su 7 e anch'esso garantito entro le 24 ore.

Veterinario

Veterinari a Domicilio

7 giorni su 7, comodamente a casa tua

Seleziona città
Non trovi la tua città? Prova veterinaria in videoconsulto

Non trovi la tua città?

Prova veterinaria in videoconsulto