Chinesiterapia a Roma: intervista alla fisioterapista

La fisioterapista Maria Teresa pratica la Chinesiterapia a Roma. Ecco di cosa si tratta e alcune idee su esercizi di chinesiterapia

EpiCura

Indice

1. Una Professionista di Chinesiterapia a Roma2. Come si esegue la chinesiterapia?3. La chinesiterapia è efficace?4. La continuità delle sedute nella chinesiterapia è importante?5. Per quali pazienti la chinesiterapia è particolarmente efficace?6. Quali sono i rischi di affidarsi a fisioterapisti non abilitati?

Una Professionista di Chinesiterapia a Roma

Maria Teresa, fisioterapista che collabora con Epicura e pratica chinesiterapia a Roma, in questo articolo approfondirà insieme a noi l’argomento sulla disciplina e gli esercizi di chinesiterapia.

Lo studio del movimento, detto chinesiologia(dal greco κίνησις, movimento e λόγος, inteso nel senso di studio), riguarda i fattori fondamentali della psiche, della struttura e della biochimica: in generale, tutti gli aspetti del movimento che riguardano l’essere umano.

"La chinesiologia non và confusa con la kinesiologia applicata, un metodo di diagnosi dello squilibrio funzionale in cui è previsto un test muscolare manuale per determinare lo stato del corpo ed è una procedura olistica: non sono necessari particolari certificazioni per praticare la kinesiologia, mentre i chinesiologi posseggono laurea in scienze motorie e sportive. "

La chinesiterapia è l’applicazione pratica di manovre attivepassive e assistite che il chinesiologo o fisioterapista mette in pratica per riabilitare il movimento articolare attraverso lo scioglimento della rigidità muscolare che può essere dovuta a traumi muscolari e tendinei, fratture, traumi del sistema nervoso centrale e periferico e patologie neurodegenerative.

Attraverso la chinesiterapia la limitazione articolare momentanea viene contrastata attraverso la forzatura progressiva del movimento, che comporta un miglioramento graduale della mobilità del paziente.

L’aumento della forza e della resistenza muscolare è un’altra conseguenza benefica dovuta all’applicazione della chinesiterapia.

Spesso questa tipologia di trattamento è associata ad altre quali la massoterapia, la ginnastica posturale e la Tecarterapia.

L’applicazione di queste tecniche in generale ha il fine di migliorare le condizioni di salute complessive dei pazienti per ridurre dolore e infiammazione e promuovere la vascolarizzazione.

Come si esegue la chinesiterapia?

La chinesiterapia viene eseguita attraverso una serie di tecniche e manovre volte, in particolare, alla mobilizzazione delle articolazioni anche attraverso vari esercizi di equilibrio e coordinazione motoria.

La mobilizzazione può essere attiva (che prevede il movimento da parte del paziente), passiva (che prevede il movimento da parte del fisioterapista) o assistita (che prevede una collaborazione del paziente).

La riabilitazione a domicilio avviene attraverso il susseguirsi delle mobilizzazioni passiva, assistita ed in fine attiva, poiché in tal modo avvengono il miglioramento progressivo o la graduale ripresa della mobilità dell’articolazione.

La chinesiterapia è molto utilizzata ad esempio per la prevenzione delle piaghe da decubito che possono sorgere in pazienti allettati o in procinto di essere allettati (ad esempio questa si effettua quando i pazienti subiscono interventi che prevedono tempistiche abbastanza lunghe per agevolare il recupero delle facoltà motorie).

La chinesiterapia è efficace?

Nella mia esperienza di fisioterapista a Roma, ad esempio, mi ha dato particolare soddisfazione l’aver seguito una paziente con il femore fratturato, che grazie alla corretta applicazione di questo insieme di mobilizzazioni è riuscita a riprendersi completamente ed è tornata a camminare in maniera corretta.

Suo figlio mi ringrazia ancora oggi per aver aiutato la paziente a riprendersi con una buona tempistica.

Dalla totale immobilità la signora è riuscita gradualmente a sedersi ed in seguito l’ho portata alla verticalizzazione, avvenuta prima con l’ausilio di un deambulatore ed in seguito con il supporto dei canadesi.

La deambulazione autonoma è stata raggiunta dalla paziente dopo diverse sedute.

La continuità delle sedute nella chinesiterapia è importante?

Certamente: spesso i pazienti si aspettano il miracolo, ma questo non avviene mai.

I benefici di un percorso di guarigione sicuramente non possono essere paragonati ai miglioramenti visibili nell’immediato dopo la singola seduta.

L’importanza della continuità nella fisioterapia è molto sottovalutata e chiedere al fisioterapista una tempistica di guarigione certa, ad esempio, non può avere come risposta una data certa.

Ogni paziente reagisce diversamente a qualsiasi tipo di cura e non è affatto scontato che i tempi di recupero siano gli stessi per tutti ma anzi variano da paziente a paziente.

Alle diverse tempistiche di risposta del muscolo si devono aggiungere la volontà del paziente perché se il paziente non vuole collaborare o non può farlo perché non si rende conto della necessità della sua collaborazione (come per quanto avviene in alcuni pazienti affetti da malattie neurodegenerative, che a volte non collaborano perché non possono farlo), il percorso è più lungo.

Per questo è importante supportare il paziente, aiutandolo con un’efficace intervento di fisioterapia a domicilio anzichè in ospedale.

Anche l’interazione umana del fisioterapista riveste un ruolo abbastanza importante perché il paziente spesso percepisce quando il fisioterapista ha davvero l’intento di aiutarlo e quando non è così.

Per quali pazienti la chinesiterapia è particolarmente efficace?

Io lavoro molto con pazienti neurologici, ad esempio in questo periodo sto seguendo una paziente di 44 anni affetta da sclerosi multipla che sta avendo dei grandi benefici dalla chinesiterapia.

Proprio oggi a distanza di qualche mese abbiamo notato un miglioramento della postura del tronco nello stare seduta, mentre prima non riuscendo a controllare correttamente i movimenti delle mani cadeva sul letto.

Questa paziente è seguita da 20 anni da diversi fisioterapisti e al momento stiamo provando a testare il metodo previsto dal programma WeSet, un protocollo motorio non convenzionale che promette benefici funzionali, psicologici e cognitivi a pazienti affetti da sclerosi multipla.

Grazie al supporto di questo bravissimo preparatore atletico la paziente ha potuto muovere i suoi primi passi partendo dal non camminare.

Questo è un enorme risultato perché nel caso della paziente gli arti inferiori sono iperestesi e l’andatura è molto aperta: attraverso questo metodo ha avuto grandi miglioramenti.  

Quali sono i rischi di affidarsi a fisioterapisti non abilitati?

Spesso mi è capitato di avere a che fare con pazienti le cui condizioni di salute sono peggiorate in seguito alle sedute svolte da persone senza certificazione.

Nell’ambito della chinesiterapia è molto importante fare attenzione alle risposte del corpo, ai limiti imposti dai movimenti.

Questi limiti non devono essere oltrepassati per non rischiare di procurare fratture al paziente, le manovre irruente effettuate da persone non qualificate all’applicazione delle stesse sono rischiose proprio in relazione alla cattiva o mancata percezione del limite della mobilità articolare.

Non ci si può improvvisare nell’ambito della cura del corpo.

In ogni caso, nel settore sanitario, non si finisce mai di imparare: nonostante io sia fisioterapista da quattordici anni riconosco l’importanza e la necessità di essere sempre aggiornati per garantire ai pazienti le migliori cure.

L’esperienza non è mai abbastanza.

Epicura, nell’offrire la possibilità ai pazienti di ricevere a domicilio le cure mediche, veterinarie, osteopatiche e fisioterapiche necessarie, si avvale esclusivamente del supporto di professionisti qualificati ed attentamente selezionati come la fisioterapista di Roma Maria Teresa, che ringraziamo per i preziosi chiarimenti riguardanti il tema della fisioterapia.

Fisioterapista

Fisioterapisti a domicilio

Fisioterapista

7 giorni su 7, comodamente a casa tua

Seleziona città
Non trovi la tua città? Prova fisioterapia in videoconsulto

Non trovi la tua città?

Prova fisioterapia in videoconsulto