Esercizi per il Colpo della Strega e riabilitazione

0
33

Il colpo della strega, un episodio di lombalgia acuta che può colpire chiunque

Il colpo della strega è una forma di lombalgia che si manifesta attraverso dolori acuti localizzati a livello lombare, accompagnati da una sensazione di rigidità che coinvolge tutti i muscoli della regione dorsale. Andiamo a capire quali esercizi per il Colpo della Strega e riabilitazione da effettuare.

A causa del forte senso di compressione, il paziente tende a rimanere immobile, poiché qualsiasi movimento può intensificare il dolore. In alcuni casi il fastidio è talmente acuto da costringere chi ne è colpito ad accasciarsi al suolo. I muscoli contratti e dolenti beneficiano del riposo, riuscendo in tal modo a distendersi, fino a permettere, a distanza di qualche ora dall’episodio, il ripristino del movimento. Molte persone, ignorando il pericolo legato a questo gesto, invece di restare immobili e tenere a riposo la muscolatura, cercano di rialzarsi subito eseguendo movimenti bruschi. Questo comportamento è assolutamente sconsigliato, poiché in grado di causare ulteriori lesioni, sia a livello muscolare che osteo-articolare. Gli italiani che soffrono di mal di schiena sono circa 15 milioni, di cui circa il 60-80% ha accusato almeno un episodio di lombalgia nel corso della vita.

Colpo della strega: sintomi

La sintomatologia legata al colpo della strega è facilmente riconoscibile. Il dolore, infatti, coinvolge la zona lombare della schiena e tende ad irradiarsi verso i glutei, non consentendo a chi ne è colpito di cambiare posizione, né di muoversi in alcun modo. Il colpo della strega ha sintomi che si manifestano repentinamente, in quanto possiede le caratteristiche di un trauma fulmineo, in grado di causare dolori improvvisi e lancinanti. Nella maggior parte dei casi, il fastidio e le limitazioni nei movimenti tendono a risolversi nel giro di due o tre giorni dall’evento. Tuttavia, la completa scomparsa del dolore richiede un ulteriore periodo di riposo, da integrare con alcuni esercizi specifici di stretching. Rispetto alla lombalgia, il colpo della strega è un evento assai più raro, ma anche più doloroso e quasi completamente invalidante, in quanto il dolore è tanto intenso da rendere complicato persino coricarsi o effettuare movimenti minimi volti a cercare sollievo. Il paziente lamenta un senso di rigidità diffuso ed un blocco compressivo dei muscoli lombari (qui parlavamo di come gestire i rischi di lombalgia ed esercizi utili, che lo obbligano a restare a letto o comunque in posizione comoda per alcuni giorni.

Colpo della strega: cause

Il colpo della strega è un evento traumatico, spesso causato da movimenti bruschi e scorretti che possono determinare una contrattura muscolare, a volte associata ad uno spostamento delle vertebre. Tuttavia, può essere provocato anche da altri fattori, quali la sedentarietà (in quanto articolazioni e muscoli, non più abituati al movimento, risultano maggiormente soggetti ad eventuali problemi infiammatori), comportamenti scorretti reiterati nel tempo (ricordi? ne avevamo parlato trattando le cause del mal di schiena, quali: posture sbagliate, l’abitudine a restare seduti per molte ore oppure a camminare sui tacchi alti), o eventuali colpi di freddo. Esistono poi cause fisiologiche, quali l’obesità, che può originare infiammazioni del tratto lombosacrale, e la gravidanza, che comporta un aumento repentino del peso corporeo ed obbliga la schiena a sopportare un carico più elevato. Infine, il colpo della strega ha cause anche patologiche, tra cui l’osteoporosi (che provoca l’assottigliamento delle ossa, a sua volta originato da un minore assorbimento del calcio), l’ernia del disco (in grado di comprimere le radici dei nervi spinali, determinando infiammazioni e dolore acuto) e la spondilolistesi (patologia che provoca lo spostamento delle vertebre, a causa delle continue sollecitazioni determinate da sport quali il body building, il golf o la ginnastica artistica).

Colpo della strega: riabilitazione

In presenza dei sintomi appena descritti occorrerà effettuare una visita medica specialistica e, su prescrizione del medico, eventuali esami diagnostici (TAC, RX, RMN), onde inquadrare le condizioni delle strutture interessate. In caso di colpo della strega, la riabilitazione segue alcuni giorni di riposo totale. Per lenire il dolore è possibile applicare una borsa d’acqua calda sulla regione lombare ogni tre o quattro ore. A tali accortezze può essere associata una terapia farmacologica, effettuata mediante antinfiammatori non steroidei (nimesulide o ibuprofene) o analgesici (paracetamolo), utili ad alleviare il mal di schiena e sciogliere i muscoli. Il riposo assoluto non va protratto per più di tre giorni: dopo le prime 72 ore sarà importante ricominciare a muoversi, passeggiando lentamente ed eseguendo alcuni esercizi di stretching. Per allentare ulteriormente le tensioni muscolari è possibile ricorrere a massaggi decontratturanti e manipolazioni effettuate da fisioterapisti ed osteopati professionisti come quelli che operano per conto di EpiCura, in grado di erogare le loro prestazioni anche a domicilio. La riabilitazione dal colpo della strega prevede esercizi in grado di elasticizzare e rinforzare la muscolatura dorsale.

Colpo della strega: esercizi utili

Abbiamo più volte trattato di come la fisioterapia per i dolori alla schiena. Aggiungiamo che quando si parla di mal di schiena e problemi associati la parola d’ordine è prevenzione. Per non incorrere in disturbi di questo genere è consigliabile evitare condizioni di forte sovrappeso (in grado di sovraccaricare la colonna vertebrale e i muscoli che la sorreggono), posture scorrette o asimmetriche e una vita troppo sedentaria. Camminare ed effettuare qualche seduta di ginnastica utile ad irrobustire i muscoli della zona lombare, addominale e dorsale sono abitudini capaci di evitare manifestazioni dolorose ed eventuali riacutizzazioni. Tra le attività più utili figura lo stretching, che allunga i muscoli e ne aumenta l’elasticità. Con il supporto degli specialisti di EpiCura è possibile eseguire tali esercizi anche a casa propria. Eccone alcuni utili a distendere i muscoli e lenire dolore e rigidità.

1. Stando seduti, mantenere la schiena dritta e divaricare leggermente le gambe, quindi portare la schiena e le braccia in avanti piegandosi il più possibile. Con un movimento lento e controllato, sollevare la schiena e le braccia, distendendo queste ultime verso l’alto.

2. Un altro esercizio utile va effettuato inginocchiati sul pavimento. Bisogna sedersi sui talloni, quindi distendere il più possibile la schiena e le braccia in avanti.

3. Il terzo esercizio va effettuato ancora una volta inginocchiati, con le mani poggiate a terra. Quindi, sarà necessario sollevare e distendere contemporaneamente il braccio e la gamba opposti mantenendo schiena e testa parallele al suolo.

4. Infine, sdraiati con le braccia distese lungo i fianchi, piegare le ginocchia poggiando i talloni a terra, quindi portare le gambe al petto ed abbracciarle il più a lungo possibile.

Esercizi per il Colpo della Strega e riabilitazione
Esercizi per il Colpo della Strega e riabilitazione

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here