Sintomi di una tiroide che non funziona correttamente

0
1255
sintomi di ipertiroidismo e ipotiroidismo, le malattie della tiroide
sintomi di ipertiroidismo e ipotiroidismo, le malattie della tiroide

Cos’è la tiroide e perché è tanto importante?

La tiroide è una ghiandola piccola ma molto potente, a forma di farfalla, situata alla base del collo, nella sua sezione anteriore. Attraverso la secrezione degli ormoni tiroidei triiodotironina (T3) e tiroxina (T4) controlla parecchie funzioni importanti.

La produzione di questi ormoni è, a sua volta, regolata dall’ormone tireotropo o tireostimolante (TSH) prodotto dall’ipofisi, ghiandola endocrina situata nella scatola cranica. Gli ormoni tiroidei espletano funzioni fondamentali; contribuiscono, infatti, a regolare la respirazione, la temperatura corporea, il battito cardiaco e lo sviluppo del sistema nervoso centrale.

Se la tiroide non funziona correttamente e comincia a produrre quantità esagerate di ormoni, si instaura una condizione definita ipertiroidismo, che provoca numerosi sintomi, tra cui ansia, nervosismo, perdita di peso, iperattività.

Le possibili cause sono diverse; tra queste, la più comune è la malattia di Basedow-Graves, disturbo autoimmune in grado di colpire chiunque e a qualunque età.

Se, invece, la tiroide non produce quantità sufficienti di ormoni si verifica la condizione opposta, l’ipotiroidismo.

Inizialmente, l’ipotiroidismo provoca pochissimi disturbi; tuttavia, col passare del tempo, qualora non adeguatamente curato, può originare numerosi problemi di salute, tra cui infertilità, dolori articolari, obesità e patologie cardiache.

Chiunque può soffrire di ipotiroidismo, nonostante le donne oltre i 60 anni siano i soggetti più colpiti.

Le altre malattie della tiroide

Noduli alla tiroide

Oltre all’ipertiroidismo e all’ipotiroidismo, esistono altri disturbi più o meno frequenti. Talvolta, questa ghiandola può presentare al suo interno dei noduli, piccole formazioni semi solide, colme di liquido.

I noduli costituiscono la malattia tiroidea più diffusa; si tratta di piccole formazioni benigne (risultano maligne soltanto nel 3-5% dei casi), spesso asintomatiche.

Di conseguenza, ci si può rendere conto di avere un nodulo in maniera del tutto casuale. I noduli colpiscono più spesso le donne (il rapporto uomo-donna è 4:1).

Alcuni di questi possono secernere quantità eccessive di ormoni, causando ipertiroidismo.

Tumori alla tiroide

Molto rari, invece, sono i tumori alla tiroide, in genere dovuti alla crescita anomala di alcune cellule.

Come tutte le formazioni cancerose, queste possono benigne o maligne. I tumori della tiroide crescono molto lentamente e risultano poco aggressivi, tanto da restare silenti anche per tutta la vita.

Gozzo e Tiroidite

Una malattia più frequente è il gozzo, termine che indica un aumento del volume della ghiandola.

Le dimensioni del gozzo sono variabili: in genere è piccolo e non provoca sintomi; tuttavia, quando il volume della tiroide aumenta parecchio, può causare problemi di deglutizione e/o respirazione.

Infine, la tiroidite è un processo infiammatorio in grado di causare livelli anomali di ormoni tiroidei.

L’origine di questa malattia è varia: a volte ha esordio autoimmune (morbo di Hashimoto), altre è causata da infezioni virali (“tiroidite di De Quervain”) o batteriche (tiroidite acuta).

I sintomi dell’ipotiroidismo e dell’ipertiroidismo

L’ipotiroidismo provoca raramente sintomi durante la sua fase iniziale. Tuttavia, se non adeguatamente curato, può originare problemi quali:

  • fatica eccessiva
  • stitichezza
  • alterazioni della memoria
  • viso gonfio
  • pelle secca
  • raucedine
  • incremento del peso corporeo
  • rigidità
  • dolori muscolari
  • perdita dei capelli
  • dolore o gonfiore alle articolazioni
  • livelli elevati di colesterolo
  • aumento della sensibilità al freddo
  • ciclo irregolare
  • rallentamento della frequenza cardiaca
  • depressione
    Questa condizione può rivelarsi molto grave nei bambini, tanto da causare ritardi nella crescita e nello sviluppo del sistema nervoso centrale.

Tra i sintomi dell’ipertiroidismo, invece, vale la pena segnalare:

  • ansia e nervosismo
  • disturbi del sonno
  • iperattività
  • rapida diminuzione del peso corporeo (malgrado un sensibile aumento dell’appetito)
  • battito cardiaco irregolare o rapido
  • rigonfiamento della ghiandola tiroidea
  • ciclo mestruale irregolare

È altamente improbabile che tutti i sintomi dell’ipertiroidismo appena elencati si manifestino contemporaneamente.

Quando l’ipertiroidismo è provocato dal morbo di Basedow-Graves possono comparire ulteriori sintomi che riguardano soprattutto gli occhi:

  • elevata sensibilità alla luce
  • rossore, bruciore e gonfiore degli occhi
  • occhi sporgenti
  • lacrimazione eccessiva
  • visione doppia o offuscata

I sintomi del gozzo e dei noduli

Generalmente, il gozzo tende a manifestarsi esclusivamente tramite il gonfiore del collo.

L’aumento delle dimensioni della ghiandola tiroidea può essere così importante da essere visibile o percepibile alla palpazione.

Un gozzo di grandi dimensioni può causare la compressione della gola. Ciò può provocare, a sua volta, problemi di respirazione e deglutizione, tosse e un forte senso di oppressione.

Come accennato in precedenza, la maggior parte dei noduli non provoca alcun sintomo e non è cancerosa.

Talvolta, possono secernere quantità eccessive di ormoni, causando ipertiroidismo. Raramente, i noduli crescono tanto da causare problemi di deglutizione o respirazione.

Soltanto una piccola percentuale di noduli viene scoperta dal paziente: più frequentemente vengono individuati dal medico o attraverso esami specifici.

Alcuni pazienti possono vedere o sentire eventuali noduli. Per individuare un nodulo di dimensioni medio grandi è sufficiente stare in piedi di fronte allo specchio e cercare una protuberanza situata su un lato della trachea, al di sotto del pomo d’Adamo.

Qualora la protuberanza dovesse spostarsi con la deglutizione, allora potrebbe trattarsi di un nodulo. In tal caso, è necessario rivolgersi immediatamente ad un medico.

teleconsulto medico
teleconsulto medico

I sintomi della tiroidite o di un cancro alla tiroide

La tiroidite (http://www.thyroid.org/thyroiditis/ ) non presenta sintomi univoci.

Se provoca danni cellulari cronici tali da determinare una diminuzione dei livelli ormonali nel flusso sanguigno, il paziente presenterà i sintomi tipici dell’ipotiroidismo.

Tra questi vale la pena citare i segni della tiroidite di Hashimoto.:

  • stanchezza
  • scarsa tolleranza all’esercizio fisico
  • depressione
  • stipsi
  • lento aumento di peso
  • cute secca

Se, invece, la tiroidite dovesse causare danni cellulari più rapidi, allora gli ormoni immagazzinati nella ghiandola potrebbero essere rilasciati velocemente, causando i sintomi della tireotossicosi, simili a quelli dell’ipertiroidismo. Tali sintomi includono:

  • perdita di peso
  • disturbi del sonno
  • ansia
  • battito cardiaco accelerato
  • irritabilità
  • stanchezza

Tiroidite post-partum

Le donne reduci da una gravidanza possono essere colpite da “tiroidite post-partum“, condizione clinica che in genere si manifesta in due fasi, nonostante non tutti i casi evolvano nello step successivo.

La prima fase comincia 2-4 mesi dopo la gravidanza e dura al massimo 2 mesi, causando i segni dell’ipertiroidismo.

La seconda fase, invece, ha inizio 5-8 mesi dopo il parto e può durare fino a un anno. In questo caso, i sintomi sono quelli dell’ipotiroidismo, poiché la tiroide ha già rilasciato buona parte degli ormoni in seguito all’attacco immunitario.

Infine, il cancro alla tiroide (https://medlineplus.gov/thyroidcancer.html ) può causare la comparsa di un nodulo asintomatico.

Qualora il paziente avvertisse dei sintomi, questi potrebbero essere riferiti alla presenza di una massa di dimensioni importanti, in grado di causare problemi di deglutizione. In qualche caso, è possibile sviluppare raucedine.

I principali fattori di rischio riguardano l’età (generalmente compresa tra i 25 e i 65 anni, l’appartenenza al genere femminile e all’etnia asiatica, la consanguineità con persone interessate da altri disturbi tiroidei).

Bibliografia:

  • https://www.issalute.it/index.php/la-salute-dalla-a-alla-z-menu/m/malattie-della-tiroide
  • https://newsinhealth.nih.gov/2015/09/thinking-about-your-thyroid- https://nyulangone.org/conditions/thyroid-nodules-cancers/types

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi il tuo commento qui!
Per favore inserisci il tuo nome qui