fbpx

La comodità di poter disporre di un infermiere a domicilio

L’assistenza a domicilio è uno di quei servizi che la maggior parte dei pazienti allettati, dei disabili e degli anziani con problemi di deambulazione benedicono. E non soltanto loro, considerati i vantaggi che ne derivano anche per i familiari, i quali possono contare su un supporto professionale, efficace, ma soprattutto estremamente rapido. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha definito l’assistenza a domicilio come la possibilità di fornire direttamente presso l’abitazione del paziente tutti i servizi e gli strumenti in grado di contribuire al mantenimento dei massimi livelli di salute, funzione e benessere del soggetto in questione. In sostanza, l’assistenza a domicilio evita al paziente il ricovero in ospedale, ma con la garanzia di poter ricevere tutte le cure necessarie direttamente a casa, senza essere costretto a spostarsi e a rinunciare alle proprie certezze e abitudini. Questo genere di assistenza si distingue per l’ampio portfolio di prestazioni offerte, ciascuna legata a una differente necessità. È basata, inoltre, sulla coordinazione degli interventi presenti all’interno del programma assistenziale, stilato sulla base delle esigenze fisiche e psicologiche del malato. Ogni intervento viene gestito da figure multidisciplinari.

L’importanza del supporto professionale offerto da EpiCura

Tutte le figure professionali coinvolte (siano essi infermieri, OSS, fisioterapisti, osteopati, etc.) garantiscono la condivisione delle responsabilità e degli obiettivi, offrendo le risorse necessarie al raggiungimento dei risultati di volta in volta prefissati. L’assistenza domiciliare include numerose tipologie di intervento, articolate su vari livelli, a loro volta diversificati in relazione alle necessità del paziente e alla minore o maggiore intensità assistenziale concordata con i familiari. EpiCura garantisce la presenza di operatori dotati di competenze professionali specifiche, in grado di intervenire secondo modalità differenti, onde assicurare la totale efficacia del programma operativo concordato. L’erogazione delle prestazioni infermieristiche in regime domiciliare viene effettuata in seguito a valutazioni di carattere medico, psicologico e ad altre specifiche dell’utente. I cittadini e le famiglie, da alcuni anni a questa parte, stanno optando sempre più frequentemente per queste forme di assistenza, realmente in grado di contribuire a migliorare la qualità della vita dell’assistito, perché più vicine alle esigenze e ai bisogni individuali. L’assistenza a domicilio contribuisce a ridurre le ospedalizzazioni non indispensabili e, soprattutto, a fare in modo che il paziente non rinunci alla sua indipendenza e al suo nucleo familiare, pur potendo contare su un supporto costante e su interventi rapidi in caso di emergenze.

Le aree di intervento dell’assistenza domiciliare

L’infermiere a domicilio assicura a tutti i pazienti, che per ragioni fisiche o psicologiche desiderano ricevere le cure necessarie presso la propria abitazione, un’assistenza che annovera un’ampia gamma di prestazioni sanitarie. L’infermiere agisce allo stesso modo di quanto fanno i colleghi che operano presso i presidi sanitari, ma ha piena responsabilità circa l’assistenza infermieristica (che include la pianificazione e la gestione degli interventi, nonché la valutazione delle condizioni del paziente). Riguardo alle attività incluse nella sua sfera d’azione, egli possiede totale autonomia tecnico funzionale. Le principali aree di intervento riguardano la prevenzione, la cura, la riabilitazione e l’educazione. La natura degli interventi può essere: tecnica, relazionale ed educativa. Inoltre, l’infermiere a domicilio assicura l’applicazione di tutte le prescrizioni terapeutiche e diagnostiche offerte dai medici. Pertanto, gli interventi dell’infermiere a domicilio riguardano ciascuno degli ambiti che costituiscono l’assistenza al malato:

La valutazione dei bisogni del paziente

La pianificazione dell’assistenza mediante definizione qualitativa e quantitativa degli interventi

L’esecuzione e la valutazione degli interventi sia diretti (relazione, assistenza tecnica, educazione), che indiretti (relativi alla gestione organizzativa dell’iter assistenziale)

I principali interventi garantiti da un infermiere a domicilio

Ecco di seguito i 10 interventi che un infermiere a domicilio può erogare al fine di migliorare la qualità della vita dell’assistito.
1. Nutrizione del malato critico.
2. Interventi terapeutici quali terapia iniettiva, terapia antalgica e terapia infusiva.
3. Corretta gestione delle stomie: PEG, urostomie, tracheostomie, sondino gastrico, stomie del tratto digerente, etc.
4. Cura e prevenzione delle infezioni: cateteri vescicali, presidi intravascolari (catetere venoso), lesioni cutanee (ustioni, lesioni neuropatiche o vascolari, ferite chirurgiche, piaghe da decubito).
5. Assistenza in situazioni legate ad incontinenza e a irregolarità dell’alvo.
6. Prevenzione delle piaghe da decubito in situazioni che presentano un rischio medio o elevato.
7. Assistenza in caso di sindrome ipocinetica (anche conosciuta come “sindrome da immobilizzazione”, legata ad una prolungata permanenza a letto del paziente, il quale assiste a una netta riduzione delle funzionalità e della capacità di movimento).
8. Assistenza in caso di carenza di informazioni nell’utente o nei suoi familiari, circa la patologia in atto e la corretta gestione dei sintomi.
9. Educazione finalizzata alla gestione burocratica delle pratiche assistenziali, all’uso dei presidi o altri dispositivi medici in dotazione.
10. Educazione finalizzata alla corretta applicazione delle indicazioni farmacologiche e/o terapeutiche affidate alle figure di riferimento familiare.

La multidisciplinarietà del personale sanitario che opera per EpiCura

Se le strutture ospedaliere pubbliche e private garantiscono un’elevata stratificazione e differenziazione delle mansioni erogate dal personale di riferimento, lo stesso non può avvenire presso il domicilio del paziente. Causa la complessità del lavoro, infatti, in ambito domiciliare i confini tra le varie mansioni appaiono molto più sfumati.

interventi garantiti da un infermiere a domicilio

interventi garantiti da un infermiere a domicilio

L’operatore gestisce da solo il programma assistenziale stilato per l’utente in questione e, di conseguenza, si espone in prima persona, facendo leva sulle proprie conoscenze e sul proprio bagaglio tecnico. Per tale motivo, quello domiciliare è un ambiente particolare, in cui contano la professionalità dell’infermiere e il rapporto instauratosi tra l’operatore sanitario, il paziente e il nucleo familiare. Tutti i soggetti coinvolti sono chiamati ad individuare le necessità primarie dell’assistito, ma anche a cogliere i segnali, molto spesso nascosti, di malessere fisico, psicologico e sociale che possono insorgere nel malato, a loro volta causati dalle difficoltà di relazione e da una situazione di forte stress emotivo. L’infermiere a domicilio è una figura professionale a 360 gradi, in grado di gestire la situazione offrendo le risposte più adeguate in merito ad ogni emergenza, comprese quelle caratterizzate da un elevato grado di imprevedibilità, che a causa della loro natura non possono essere codificate preventivamente.